Category archives: Luoghi

C’ERA UNA VOLTA IL PAESE CHE FA TIC TAC. C’è un luogo fiabesco in Carnia chiamato il borgo degli orologi. E’ Pesariis. Tra i suoi vicoli ingegno e fantasia, genuinità sulle tavole e l’opportunità di un soggiorno “diverso” nell’ Albergo Diffuso.

Ci sono posti che si pensa esistano solo nelle fiabe. O nell’immaginazione vivace di qualche pazzo sceneggiatore. Poi si arriva quassù e il confine tra reale e fantastico inizia a sbiadire. Perché chi l’avrebbe mai detto che potesse esistere il paese degli orologi? Sì orologi.  Grandi, piccoli, semplici o elaborati. E ovunque: sulle facciate delle case, tra gli angoli delle vie, nelle piccole piazze. Sbucano e sorprendono. E girare tra […]

SULL’ALTOPIANO DEI PIANETI.
In Val D'Ega un itinerario inusuale, perfetto per l'estate ma anche per l'autunno. A caccia di stelle nel cielo, lungo i sentieri, nei piatti e perfino negli hotel.

Ma cosa si sono inventati in questo angolo di Dolomiti? Non bastavano i paesaggi mozzafiato di quassù? Con questi pascoli verdissimi dove qualcuno sembra aver lasciato un po’ a caso una manciata di piccole baite. Con il Latemar e il  Catinaccio che la sera arrossiscono al sole e regalano uno spettacolo unico. Non bastavano i 530 km di percorsi sulle vie d’alta quota gioia di bikers e trekkers? O tutte […]

ALBE, STELLE E TRAMONTI.
In malga, in un astro villaggio, sul sentiero del sole o attorno al fuoco per festeggiare il solstizio: le iniziative più curiose da vivere quest’estate.

Un tempo scandivano la giornata e i suoi ritmi. Il sorgere del sole, il tramonto, le prime stelle. Orologi naturali silenziosi e rassicuranti nel loro placido ripetersi. Ma erano anche eventi densi di significati, credenze e simbolismi. La luce che tutto risveglia con la sua energia vitale, il buio che scende con il suo stuolo di spiriti, creature e riti scaramantici. Oggi bellezza, poesia e suggestioni del viaggio “quotidiano” del […]

CARNIA, MANI IN PASTA. Nelle verdi valli dell’Alto Friuli l’estate è scandita da decine di feste tradizionali, omaggi a sapori tipici, antichi riti riportati in vita tra i borghi. E’ una vacanza diversa dove il turista non sta mai a guardare.

Pensate alla soddisfazione di affondare le dita tra la pasta dei cjarsòns, ravioli ripieni di ogni ben di Dio. Oppure di immergere il naso tra un cespuglio di frutti di bosco. O di imparare qual è il rabarbaro e quale il sambuco, quale il timo o il dragoncello. Mentre camminate in mezzo al verde con quell’aria fresca che fa sentire così bene. Pensate a come dev’essere provare a mungere il […]

UMBRIAMORE MIO.
4 giorni e un itinerario a forma di cuore per gustare un bel po’ di Umbria.Tutti i dettagli di dove, come, quando andare e quanto spendere (I parte).

Maggio. Voglia di primavera negli occhi e sole tiepido che coccola. Voglia di prendere e andare incontro all’aria aperta e all’estate che è dietro l’angolo. L’Umbria è la meta ideale in questo periodo dell’anno. Con le sue colline dolci ricoperte dagli ulivi, con i piccoli borghi che spuntano tra il verde, arroccati in cima, ancora fieri e perfettamente conservati. Con le sue opere d’arte nascoste dentro le belle chiese e […]

PER TETTO UN SILOS.
Era la torre dove si custodiva il grano.
Ora la sua scala a chiocciola porta a una romantica suite. Succede a Podere Lacaioli, a Castiglione del Lago, Perugia. (II parte)

Immaginate un vecchio silos. Quelle torri alte e strette dove una volta si custodiva il grano. Immaginate le pareti circolari in pietra che avvolgono nel silenzio le farine. E poi la scala in legno a chiocciola che scricchiola ad ogni sacco trascinato in cima. E immaginate la piccola finestra da dove filtra il sole caldo dell’estate e che di notte si trasforma come in un quadro, un foro che incornicia […]

 
Faro di Porer, Istria
 
 
 

A LUME DI LANTERNA.
Dormire nei fari della Croazia: un modo insolito di fare vacanza.

Mare, cielo, scogliera. La compagnia di un buon libro, forse. O di una muta da sub. Certamente, di notte, quella delle luci silenziose accese lontano. Sono le suggestioni e il relax assoluto che regala il soggiorno in un faro. In Croazia ce ne sono ben 13, disseminati lungo tutta la costa: Savudrija, Rt Zub, Sv. Ivan, Porer, Veli Rat, Prišnjak, Sv. Petar, Pločica, Struga, Sušac, Palagruza, Sveti Andrija,e Host. Collegati […]

NELLA TANA DELLE VOLPI.(II parte)
Giù lungo la stretta scala in pietra, sotto lo sguardo divertito di un piccolo gnomo.

Uno gnomo appollaiato su un’altalena è il custode della Tana delle Volpi. Issato sopra la scala, osserva il mondo dall’alto della sua seggiola in legno. E se la gode da lassù a farsi beffa degli ospiti che per la prima volta scendono titubanti i gradini in pietra. Un poco comici, trascinano le valigie aggrappandosi al corrimano in legno, sempre più giù, di un altro piano, rassicurati prima e poi affascinati dalla […]

 
Pirano, Slovenia - Foto Mirco Carbonera
 
 
 

PIRANO, FACILE INNAMORARSI.
Il mare, il campanile, le case colorate e le soste in “gostlina”: pesce freschissimo e tanta ospitalità.

Pirano è  una dama veneziana seduta sul mare. Con un abito arruffato di case dai tetti rossi, strette tra le pieghe di vie e viottoli dove i gatti si accovacciano al sole. Tra gli olivi e gli allori, tra il porto e il campanile di San Giorgio, lassù sul promontorio. Il barbiere con l’insegna scolorita, la ragazza con i foulard e le lunghe gonne zingaresche, l’artista che incide scatole di […]

METTI UNA NOTTE NEL MULINO. Immersi nel verde e cullati dal fiume. Sembrano usciti dalle pagine di una fiaba i mulini diventati romantici relais e locande di charme. (Veneto, I parte)

Stesi sul letto osserviamo il soffitto con le belle travi in legno. Le tende di lino scendono morbide sui muri di pietra e i piccoli cuori bianchi appesi alla finestra disegnano forme sui cuscini orlati di pizzo e macramè. Fuori è silenzio. Solo l’acqua. Che corre. E corre. E il rumore della pala che gira, affonda, poi si solleva, e di nuovo ricade con un tonfo pesante nel fiume, come […]

La Valigia di Carta è una testata giornalistica on line non supportata da provvidenze economiche (sentenza della Corte di Cassazione, sezione III penale, 10 maggio 2012 (dep. 13 giugno 2012), n. 23230)