Category archives: Tradizioni

SHELLER, ROLLER E BREZEL.
Ritorna il 31 gennaio il Carnevale di Imst,
una delle più grandi e spettacolari feste transalpine.

Succede ogni 4 anni, coinvolge solo uomini e attira migliaia di spettatori, da tutta l’Austria e non solo. Scegliamo l’indovinello per entrare nel tema del Carnevale, e più precisamente del Carnevale di Imst, pittoresca cittadina dell’Oberland tirolese – a 40 chilometri da Innsbruck – proprio al centro del grande comprensorio sciistico del Tirolo settentrionale. È famosa la piccola Imst, per il suo paesaggio squisitamente tirolese, per le sue case colorate […]

SULLA NEVE
CORRE L’ANNO 1800. Il 10 gennaio rivive tra le cime innevate dell’Alpe di Siusi l’antica tradizione del matrimonio contadino: una sfilata di slitte, carrozze, piume e cappelli.

La neve scende lenta e i fiocchi imbiancano i cappelli di lana e i baffi arricciati degli uomini stretti nelle giacche impettite. Bagna le coperte a quadri piegate sulle slitte, si insinua tra le coccarde, i sonagli e le piume che decorano i cavalli. E poi si ferma sui colletti delle donne, inamiditi e emozionati. Il 10 Gennaio l’Alpe di Siusi si risveglia in una giornata che ha un sapore […]

LE FESTE
DEL FUOCO. Cataste di legna, fantocci, ruote e carretti: in Friuli l’epifania anima i borghi con riti e tradizioni suggestive, che infiammano di luci e faville la notte.

Pignarul, foghera, casera. Pan e vin, fugarisse o fogaròn. Li chiamano in tanti modi lassù in Friuli i grandi falò dell’Epifania. Tanti nomi per i tanti tantissimi fuochi che tra il 5 e il 6 gennaio accendono le notti di tutto il Friuli, trasformando i suoi borghi in piccoli mondi sfavillanti di fiaccole e faville, con la gente gremita attorno alle piazze e lungo le vie, scaldata da un profumato […]

ZUCCHE, STREGHE E CASTELLI. Ottobre è alle porte e si tinge di arancio, di viola e di nero: viaggio tra le feste della zucca, pensando anche ad Halloween e a qualche idea per un week end fuoriporta.

Se ottobre fosse un colore sarebbe l’arancio. L’arancio della tozza, ghiotta e panciuta zucca. Cosa faremo se non ci fosse lei a rallegrare le tavole d’autunno quando tutto là fuori inizia  ricordarci che l’inverno è alle porte? E’ lei che viene in soccorso della malinconia per l’estate che se ne va e rimpiazza la lavanda fuori dalle case, nelle cassette appoggiate sotto i portici, sui banchi del mercato e dietro […]

I FALÒ DEL SOLSTIZIO.
Uno spettacolo affascinante che a partire dal 21 giugno si può ammirare in tutto il Tirolo.

Fuochi accesi nella notte. Brillano sui versanti delle montagne, sulle cime, sui piccoli paesini incastonati. Ricami di luce che disegnano uno spettacolo pieno di suggestione. Sono i falò del solstizio del Tirolo, la tradizione pirica più diffusa dell’arco alpino. Si celebrano attorno al 21 giugno e festeggiano il giorno più lungo e la notte più corta dell’anno. Un’usanza ereditata forse dalle popolazioni celtiche che al pari di tutti gli altri […]

MAGICA E' LA NOTTE
TRA MASCHERE E LANTERNE.
A Sauris, un’idea romanticissima per San Valentino.Ma anche per chi vuole respirare l’atmosfera di uno dei più antichi carnevali delle Alpi.

Il buio scende sul bosco. I piedi affondano nella neve fresca e ogni tanto trovano qualche ramo e qualche radice provocando quel lieve stropiccio che interrompe un silenzio quasi fatato. Dall’alto è una scia di piccole luci che si muove lenta tra il bianco. Qui a Sauris, è la Notte delle Lanterne. Siamo fra le montagne della Val Lumiei nell’alta Carnia, in quel piccolo delizioso borgo che è Sauris, dove […]

 
Krampus
 
 
 

DIAVOLO DI UN KRAMPUS. In Alto Adige una tra le feste alpine più curiose e appassionanti.

Suono di campanacci nel silenzio della sera. Ed è subito un brivido, perché quello è il segnale. Arrivano: arrivano i Krampus. Nelle zone alpine di cultura tedesca (Alto Adige, Austria, Baviera e con qualche traccia anche in Friuli Venezia Giulia) la tradizione dei “Krampus” (i diavoli) fa parte delle festività dell’Avvento ed è uno degli eventi folcloristici più famosi e curiosi di queste valli. Un lunghissimo corteo di maschere dall’aspetto […]

RICOMINCIO DA...SETTEMBRE. Consoliamoci dell'estate che va (se mai è arrivata) con le atmosfere delle feste tradizionali d'autunno a Nord Est. Tra Veneto, Austria e Friuli

Il primo settembre è un po’ come il primo dell’anno, idealmente si ricomincia, scriveva Stephen Littleword. E infatti ricominciano a scaldare i primissimi, e per fortuna ancora miti, freddi dell’autunno, le feste di borghi e paesi, tradizioni che si rinnovano da anni, e talvolta, da secoli. Come un appuntamento fisso che ci aspetta, quasi a consolare dell’estate andata, con i primi golfini in cui raggomitolarsi mentre si attendono le pecore […]

SAPORE DI SALE, SAPORI DI MARE.
A meno di un'ora da Trieste per tutta l'estate la vicinissima Istria ci aspetta con i suoi borghi animati da tante tradizionali feste gastronomiche.

Immaginate una sera d’estate seduti sulla panchina di un molo. Le luci di una piccola festa che si riflettono sul mare. Il profumo del pesce appena grigliato, la brezza, le fisarmoniche di una vecchia canzone, le donne del paese che accennano un passo di danza. E’ questa l’atmosfera della bella e vicinissima Istria – neanche un’ora da Trieste – dei suoi borghi arroccati sulle colline dell’entroterra o dei piccoli villaggi […]

ANDAR PER LAVANDA.
Passeggiando tra le suggestioni dei campi fioriti di viola, a Venzone (Ud) fino al 15 luglio è possibile partecipare alla raccolta.

Lavanda. Lavanda. E ancora lavanda. Chilometri e chilometri di campi riempiti di delicata poesia viola. Lavanda che fa pensare a sedie e tavolini bianchi in ferro battuto, lanterne accese e atmosfere romantiche shabby chic. Lavanda che fa pensare alle strade perse tra la campagna della Provenza. Ma anche no. Perchè in Friuli nel cuore del Parco Naturale delle Prealpi Giulie c’è Venzone, un piccolo delizioso borgo medievale che da anni […]

La Valigia di Carta è una testata giornalistica on line non supportata da provvidenze economiche (sentenza della Corte di Cassazione, sezione III penale, 10 maggio 2012 (dep. 13 giugno 2012), n. 23230)