FIORI, FIOCCHI E CAMPANACCI.
È l’antico rito della transumanza: dagli alpeggi alla valle tra feste, canti, balli e sapori di malga.

 
Transumanza in Passo Resia
 
 

I campanacci risuonano vigorosi. Tanti e tutti insieme. Fa eco qualche muggito e il rumore degli zoccoli che battono la strada. Ma davanti ancora niente. Solo centinaia di teste, uomini, donne e bambini piegati verso la stessa direzione. Teste e cappelli verdegrigi in stile tirolese, stretti lungo le mura delle case che cingono la via. Come quando in chiesa si attende una sposa. Ed è davvero un’emozione vedere spuntare da dietro l’angolo dell’ultima casa lei. La prima Mucca. “Kranzkuh”, la chiamano in Austria: la mucca più bella, la meglio decorata, che apre il corteo seguita dalle mucche giovani e dai vitelli. Agghindata di fiori, fiocchi e campanelle la nostra Prima donna incede insieme al suo pastore, muovendo il collo pesante a destra e a sinistra, come a rubare sguardi e complimenti…

Da Papageno 35, Leggi tutto Transumanza_Pap35

Info: www.passoresia.it

 

VBVB

La Valigia di Carta è una testata giornalistica on line non supportata da provvidenze economiche (sentenza della Corte di Cassazione, sezione III penale, 10 maggio 2012 (dep. 13 giugno 2012), n. 23230)